Da poco anche su facebook...cercateci!



Visite:


07-07_2018 Trippa al bivacco Bafile
La trippa, questo gustoso alimento ricavato dallo stomaco di un bovino. Ci sono tanti modi e tipi di cucinarlo, ma a noi abruzzesi piace al sugo denso e piccante.
(https://it.wikipedia.org/wiki/Trippa)
Ora, per trasportare questa prelibatezza negli zaini, il nostro caro trippettaro, l’ha sporzionata in 4 contenitori di plastica dotati di coperchio per poi congelarla (un genio).

Piazzale di Campo Imperatore ore 17:20, inizia la nostra avventura appennino/gastronomica.
Partiamo in 4 lungo il sentiero che ci condurrà alla “Sella di Monte Aquila”: Trippachef, Paolo, Trombetta (in questo caso lumino) ed io (Puzzola).

Inutile descrivere il percorso, almeno fino al Sassone, inserisco qualche foto.



Procediamo lentamente per via dei nostri zaini stile frigorifero. Dentro c’è di tutto: fornellino, pentola, mestolo, vino, acqua, sacco a pelo, digestivo, imbraco, moschettoni, etc.

Alle 18:50 arriviamo al bivio ed ovviamente giriamo a destra in direzione bivacco.


Altre foto.




Alle 19:55 giungiamo finalmente al Bafile.
Sono già presenti 7 ragazzi, più noi ne siamo 11 e subito dopo ne arrivano altri 2 per un totale di 13. Che problema c’è? Il bivacco ha solo 9 posti!

Intanto facciamo un brindisi alla compagnia.

Subito inizia la fase scongelamento blocchi di trippa dentro al pentolone tirato fuori dal nostro chef.

Le tenebre iniziano a prendere il sopravvento e sotto gli occhi increduli delle persone presenti si crea una magica atmosfera che accomuna tutti quanti: il rossore del tramonto, il gorgoglio del sugo che inizia a bollire, il profumo della divina pietanza, il vino rosso che sale nei nostri spiriti… il bivacco Bafile sta entrando nella storia.

Non può mancare la foto di “vetta” con la nostra bandiera.
Sono presenti persone venute dalle varie regioni del centro Italia: Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Marche ed Abruzzo.
Tutti i montanari hanno un obbiettivo: chi salire tutti i 2000, chi tutti i 3000, chi tutti i 4000, chi tutti gli 8000, chi le Seven Summit…etc.

Ma lui, il nostro chef, vuole cucinare in tutti i rifugi d’Abruzzo, portare la gastronomia per i monti.
La trippa è pronta.

Una foto di gruppo con la protagonista.
Il nostro chef mescola sapientemente la speciale prelibatezza ed inizia a versarla nei piatti.



Come la mensa della Caritas, gli affamati commensali (che hanno già cenato), si avvicinano al "distributore di trippa" a mo’ di zombi.

Due fortissimi alpinisti abruzzesi, domani dovranno fare la via Asterix al torrione cambi ed hanno bisogno della pozione magica.

Tra un bicchiere ed una cucchiaiata, dal bivacco partono i fuochi artificiali.
Dopo una lauta cena come questa, cosa occorre? Ma il digestivo no!

Ed ecco che dallo zaino di "Mary Poppins", lo chef tira fuori una magica bottiglia di infuso di radici acquistate in erboristeria.


Traduzione: "Credo che, a causa delle nostre condizioni eno/gastro/psico/fisiche, domani apriremo la via Obelix!"

Questo è un elisir!
Anche l’amico Paolo estrae altro digestivo. E vai!

Credo che stasera il Bafile si veda pure da Pescara!

La serata si conclude con le scintille.


Prendiamo posto ammucchiandoci in 13 dentro 9 lettini, ma possiamo fare di meglio.



Fuori non è molto caldo ma lasciamo comunque la porta aperta. Non si sa mai, tra ascelle malefiche, piedi famelici, aliti tripposi e subdoli gas di scarico, vorremmo evitare che il bivacco esploda con una semplice scintilla!
Buonanotte (a chi riuscirà a dormire) e grazie a tutti per la pirotecnica serata.

A breve, il racconto del giorno successivo.

1 Commenti
Articolo del 24 Jul 2018 by Alfredo
by fausto_74 @ 26 Jul 2018 08:41 pm
FAntastica idea!!! Fondamentale per la vostra sopravvivenza tenere aperta la porta del bivacco.
Nome:
E-mail: (opzionale)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 

| Cancella coockie


2005/2011 Camosci d'Abruzzo - Content management powered by CuteNews